Sant'Angelo dei Lombardi


CHI PUO’ FARE IL PRESIDENTE DI SEGGIO?
Per poter svolgere la funzione di Presidente di seggio elettorale è necessario essere iscritti nell' Albo delle persone idonee all'ufficio di Presidente di seggio elettorale,  tenuto presso la Corte di Appello, ai sensi della legge 21 marzo 1990, n. 53.
Al fine di tener aggiornato l’Albo, è consentito, a coloro che sono in possesso dei requisiti richiesti e non sono già compresi nell’Albo, di inoltrare annualmente domanda diretta ad ottenerne l’iscrizione.
 
Per essere inseriti nell’Albo dei Presidenti di seggio elettorale occorre possedere i seguenti requisiti:

Sono esclusi dalle funzioni di presidente di seggio:
(art 38, Testo Unico delle Leggi Elettorali D.P.R. 30 marzo 1957, n 361 e successive modifiche e art. 23, Decreto del Presidente della Repubblica 16 maggio 1960, n. 570) 

Il presidente di seggio elettorale è nominato in occasione delle consultazioni elettorali dal Presidente della Corte d'Appello fra coloro che sono iscritti nell'Albo. Le nomine vengono notificate  agli interessati dal Sindaco.
Le domande di iscrizione all'Albo devono essere presentate a partire dal mese di settembre fino al 31 di ottobre di ogni anno presso l’ufficio Elettorale negli orari di apertura al pubblico, oppure via fax allo 0827.23570 allegando fotocopia del documento di identità e del titolo di studio(non è necessario rinnovare la domanda da parte di chi è già iscritto in Albo).

COME  CHIEDERE LA CANCELLAZIONE DALLE LISTE?

La domanda di cancellazione dall'albo deve essere presentata entro il 31 ottobre di ogni anno, con le stesse modalità della domanda di iscrizione.

Segretario

Il Segretario è scelto dal Presidente, prima dell'insediamento del seggio, tra gli elettori iscritti nelle liste elettorali del Comune, in possesso del titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria di secondo grado (art. 2, legge 21 marzo 1990, n. 53).
Sono esclusi dalle funzioni di segretario di seggio:
(art 38, Testo Unico delle Leggi Elettorali D.P.R. 30 marzo 1957, n 361 e successive modifiche e art. 23, Decreto del Presidente della Repubblica 16 maggio 1960, n. 570)

Non è prevista alcuna presentazione di domanda in quanto scelto da presidente.